Formazione



IPASVI Asti diventa OPI ASTI!

Dal 15 febbraio 2015 è entrata in vigore la tanto attesa “Legge Lorenzin” (Legge 3/2018) e la FNC IPASVI (Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI) è diventata FNOPI (Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche).

Ne dà ANNUNCIO UFFICIALE la Federazione stessa, che il mese scorso ci ha già spiegato nel dettagli le DIFFERENZE portate da quello che non è solo un semplice cambio di nomenclatura.

IPASVI Asti diventa quindi OPI Asti. Pur essendo ufficialmente valida la seconda dicitura, per un lungo periodo le due coesisteranno per motivi di riorganizzazione: serviranno mesi per modificare carta intestata, moduli prestampati, targhe, materiale web e informative varie. Lo stesso sito rimarrà www.ipasviasti.it per un tempo ancora imprecisato.

Non stupitevi quindi di riscontrare una apparente “discordanza” nella nomenclatura: l’ente è OPI Asti, servirà solo del tempo per effettuare la transizione di tutte le diciture.

Corso ECM – Infermieri e Social Network

L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Asti organizza per il 29 marzo 2018 un corso ECM dedicato ai social network e ai rischi a cui può portare un loro cattivo utilizzo. Il corso è tenuto da Francesco Falli, Presidente dell’OPI di La Spezia e vecchia – ed apprezzatissima – conoscenza dei corsi ECM da noi organizzati. Accreditamento valido per 8 crediti ECM.

Tutte le informazioni a QUESTO LINK.

Corso ECM: “I concentrati piastrinici, le tecniche implantari cone level, il trattamento delle lesioni cutanee”

L’Ordine dei Medici organizza questo corso ECM (con 7 crediti accreditati dal Collegio IPASVI di Asti) rivolto agli infermieri.

Per informazioni sul corso e sulle modalità di iscrizione, a QUESTO LINK la locandina con tutti i dettagli.

Infermieri, sciopero, riconoscimento economico e professionale: la posizione del Collegio di Asti

Cari Colleghi,
in riferimento alla comunicazione inoltrata dal Collegio di Pisa (vedi QUI) e alle risposte già pervenute, il Collegio di Asti vuole manifestare la propria posizione.

A giudizio dello scrivente Consiglio Direttivo, la comunicazione diffusa dal Collegio di Pisa è un importante segnale di supporto alla categoria: i fatti recenti dimostrano che professionisti con riferimento sindacale diverso possono aggregarsi sotto un unico ideale a tutela della Salute Pubblica, di cui l’infermiere è uno dei custodi fondamentali; parallelamente, l’istituzione spontanea di movimenti culturali è vista come un segnale concreto che gli infermieri italiani sono attivi, ferventi e desiderosi di dimostrare la propria preparazione, per la quale vedono l’urgenza di un adeguato riconoscimento professionale, sociale ed economico.

Un desiderio di cambiamento da parte degli infermieri è nettamente percepibile: a nostro avviso, l’IPASVI ha il dovere di accompagnarli in modo particolarmente attento in questo delicato momento di presa di coscienza.

Ovviamente, è comunque importante esplicitare come l’appoggio del Collegio di Asti ad iniziative di sostegno alla professione sia assoluto solo quando queste siano organizzate nel rispetto delle leggi, dell’etica professionale e dei ragionevoli diritti dei cittadini e delle altre figure sanitarie. È quindi facoltà del Collegio di Asti decidere in ultima istanza se appoggiare gli eventuali programmi/iniziative presentati, e in che modalità farlo.
Si ritiene inoltre fondamentale la comunicazione tra Collegi e la collaborazione per il raggiungimento degli obbiettivi utili alla comunità infermieristica, integrando con iniziative (a livello locale e nazionale) e discutendo i punti di maggior interesse sia per la professione che per il professionista lavoratore. Gli infermieri stanno manifestando con energia delle necessità ben precise: è imperativo valutare se queste siano legittime, ed eventualmente attuarsi per il loro soddisfacimento.

Il Consiglio Direttivo

Corso FAD a pagamento disponibile sulla piattaforma CESPI

Ci viene segnalato, e volentieri diamo visibilità, il caricamento di un corso FAD sulla piattaforma CESPI dal titolo “Ma… Cadere, è sempre colpa grave? (aggiornato secondo la legge Gelli)”. Il corso è a pagamento (€ 24,40) e conferisce 29 crediti ECM.

Tutte le informazioni e la procedura di iscrizione sono disponibili cliccando su QUESTO LINK.

XVIII Congresso Nazionale IPASVI 5-6-7 marzo 2018

Dal sito della Federazione Nazionale:

“Noi Infermieri – la nostra impronta sul sistema salute” è lo slogan scelto per contrassegnare l’evento. A breve l’apertura delle iscrizioni. SAVE THE DATE

Dal 5 al 7 marzo 2018, a Roma, si terrà il XVIII Congresso nazionale della Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi.
I lavori prenderanno il via alle ore 15 di lunedì 5 marzo, con la cerimonia di apertura e la relazione della presidente, per concludersi alle ore 13 di mercoledì 7 marzo, con la mozione conclusiva. Confermata la sede scelta per l’edizione 2015, ovvero l’Auditorium Parco della Musica.

“NOI INFERMIERI – la nostra impronta sul sistema salute” è lo slogan scelto per contrassegnare l’evento, supportato da una grafica tutta imperniata sui concetti di identità, innovazione, proattività e capacità di rimodellare i contesti e le risposte assistenziali.
Saranno gli Infermieri “che lasciano il segno”, la propria “impronta” appunto, dunque, a essere il motore pulsante della manifestazione.

Nelle intenzioni del Comitato centrale sarà un Congresso che guarda anche ai cittadini, alle altre professioni e al “sistema salute” nel suo complesso. Gli Infermieri attualmente gestiscono i contesti attraverso l’uso ottimale delle spesso scarse risorse disponibili, riuscendo a farsi garanti di risposte coerenti alle necessità della collettività e dimostrando di aver colto e fatto propria la sfida dell’appropriatezza organizzativa. Risulta quindi necessario approfondire, attivare alleanze, fare il punto della situazione con gli stakeholder istituzionali, politici e con i rappresentanti dei cittadini.

Il Congresso sarà caratterizzato anche da un ampio spazio dato a idee, progetti e realtà sviluppate a dimostrazione delle capacità degli Infermieri di ripensare e ripensarsi dentro l’organizzazione e processi per orientare l’agire e le competenze a favore dei bisogni dei cittadini e aggiornare il sistema salute.

 

Segue la presentazione della presidente Barbara Mangiacavalli:

“Il XVIII Congresso della Federazione Nazionale dei Collegi Ipasvi nasce all’insegna di novità che caratterizzano e hanno caratterizzato nei tre anni trascorsi dall’ultimo appuntamento congressuale la professione infermieristica.

Per questo abbiamo scelto che il Congresso sia contrassegnato proprio dall’impronta che gli infermieri danno all’assistenza, gestendola secondo l’uso ottimale delle risorse, sempre più spesso scarse e garantendo risposte coerenti alle necessità della collettività con la massima appropriatezza clinica e organizzativa.

Abbiamo scelto che questo sia il Congresso degli infermieri e quindi caratterizzato da un ampio spazio per idee, progetti e realtà sviluppate a dimostrazione delle capacità proattive e attuative di ripensare e ripensarsi dentro l’organizzazione e secondo processi per orientare l’agire e le competenze a favore dei bisogni dei cittadini e per aggiornare il sistema salute.

La Federazione delineerà la sua posizione per la prima volta attraverso le scelte che i presidenti dei Collegi determineranno insieme durante i lavori e che saranno la guida alla mozione finale, politica e professionale, dell’intero Congresso.

Un Congresso che metterà in mostra le capacità della professione attraverso le nostre best practice senza che nessuna possa passare sotto silenzio, ma facendo sì che tutte abbiano il loro spazio per essere osservate ed apprezzate.

Dobbiamo, insieme, pensare e disegnare il nostro futuro, per la riconoscibilità degli infermieri e per lo sviluppo della professionalità che essi manifestano ogni giorno.

Il XVIII Congresso non sarà il Congresso “con” gli infermieri, ma “degli” infermieri, perché le scelte e le ricadute della professione, dalla capacità assistenziale allo sviluppo dell’alleanza con i cittadini, le disegneranno gli infermieri, tutti insieme.

Data la complessità sempre maggiore del sistema-bisogni e dei sistemi professionali non possiamo permetterci di non ripensare il sistema delle relazioni rimodulando gli equilibri di potere e influenza e cogliendo le finestre di opportunità evitando infruttuose contrapposizioni.

Un orizzonte obbligato per la sanità, anche con la legittimazione, il rispetto e il riconoscimento reciproco di tutte le professionalità coinvolte: è questa la base del raggiungimento di obiettivi per le risposte ai bisogni di salute della persona che gli infermieri devono e sapranno dare.”

PER ISCRIVERSI, ECCO IL LINK AL SITO DELLA FEDERAZIONE.

Invito ad udienza di Papa Francesco rivolto agli iscritti IPASVI – POSTI LIMITATI

Il giorno 3 marzo 2018 alle ore 12.00, presso l’aula Paolo VI in Vaticano, Papa Francesco riceverà in udienza privata una delegazione di infermieri della Federazione Nazionale.
Essendo il numero di posti disponibili, su indicazione della Prefettura Vaticana, al massimo per 6.500 persone, la Federazione ha distribuito il numero di posti per ciascun Collegio Provinciale in base al numero degli iscritti.
Agli iscritti al Collegio di Asti spettano 14 posti.

È comprensibile che i posti siano pochi rispetto agli infermieri potenzialmente interessati all’evento.
Proprio per questo, si avvisa anticipatamente che la finestra utile a comunicare le adesioni via e-mail all’indirizzo info@ipasviasti.it (unico metodo valido di adesione) sarà aperta dalle ore 15.00 di mercoledì 17 gennaio alle ore 15.00 di sabato 27 gennaio.
– saranno accettate le prime 14 adesioni in ordine temporale
– NON saranno accettate le adesioni pervenute fuori da tali orari (prima o dopo)
– NON è prevista la presenza di accompagnatori
– NON saranno accettate e-mail di gruppo: ogni adesione va comunicata singolarmente

Se al termine della raccolta delle adesioni a livello nazionale risulteranno ancora dei posti liberi, questi verranno ripartiti tra i vari collegi ed assegnati ai relativi primi esclusi.

Verrà comunicato dalla Federazione con una ulteriore prossima nota qual è il protocollo che il Vaticano indicherà su tempi di presentazione ai cancelli, necessità di essere muniti di documento di riconoscimento e norme di comportamento.

Le spese di trasporto e logistica annessa sono a carico dei partecipanti.

Sarà cura del Collegio comunicare all’iscritto l’avvenuta iscrizione all’udienza e la sua conferma di partecipazione.
In caso di rinuncia verranno contattati i primi esclusi seguendo l’ordine temporale di iscrizione all’evento.

Corso ECM – Pediatric Care

Con l’anno nuovo, torna l’offerta formativa del Collegio IPASVI di Asti!

Tutte le informazioni nella locandina che trovate QUI.

L’infermiere può somministrare i vaccini? E può farlo presso le farmacie? La risposta della Federazione al Collegio di Asti

Negli ultimi mesi l’argomento “vaccini” è al centro dell’opinione pubblica, e ognuno si sente in diritto di dire la propria. Proprio per questo servono risposte concrete, e non opinioni: ecco le direttive della FNC IPASVI, in risposta ad un quesito posto dal Collegio di Asti.

CollAT-somministrazione-vaccini-1
CollAT-somministrazione-vaccini-2

Risultati delle votazioni per il Collegio IPASVI di Asti

Si sono svolte nei giorni 25-26-27 novembre le votazioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei conti 2017.

A seguire i verbali delle tre giornate.

Verbale 1a giornata

Verbale 2a giornata

Verbale 3a giornata