Gli infermieri, la campagna elettorale e il peso delle parole


Negli ultimi giorni l’immagine degli infermieri astigiani è stata diffamata e strumentalizzata più volte nel contesto della campagna elettorale cittadina, come si è potuto vedere in dichiarazioni e video che da giorni rimbalzano nei profili social dei cittadini di Asti. Il Collegio IPASVI non intende soprassedere a queste immotivate ed infamanti accuse, e si è attivato per porre argine a questa spregevole manipolazione della nostra immagine professionale.

Noi infermieri non siamo carne da cannone per i vostri discutibili giochetti elettorali.

In tale frangente, il principale problema che ostacola l’opera di tutela degli infermieri è rappresentata dalla mancanza di collaborazione da parte delle testate giornalistiche astigiane: nello specifico, ad un comunicato stampa emesso dal Collegio di Asti, per legittimamente contestare le infamanti dichiarazioni di un sostenitore di una delle liste, è stata negata la pubblicazione sulle testate giornalistiche cittadine almeno fino alle elezioni, come pure è successo al comunicato (riguardante lo stesso argomento) emesso da uno dei sindacati infermieristici presenti in provincia.

Nella totale consapevolezza di essere il primo scudo che protegge l’immagine e la professionalità dei propri iscritti, e prendendo atto della mancanza di cooperazione da parte della stampa locale, il Collegio IPASVI di Asti si vede costretto a portare all’attenzione del pubblico queste informazioni tramite diversi canali informativi.

Ecco il link al comunicato stampa che non ha trovato pubblicazione.