XVIII Congresso Nazionale IPASVI 5-6-7 marzo 2018


Dal sito della Federazione Nazionale:

“Noi Infermieri – la nostra impronta sul sistema salute” è lo slogan scelto per contrassegnare l’evento. A breve l’apertura delle iscrizioni. SAVE THE DATE

Dal 5 al 7 marzo 2018, a Roma, si terrà il XVIII Congresso nazionale della Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi.
I lavori prenderanno il via alle ore 15 di lunedì 5 marzo, con la cerimonia di apertura e la relazione della presidente, per concludersi alle ore 13 di mercoledì 7 marzo, con la mozione conclusiva. Confermata la sede scelta per l’edizione 2015, ovvero l’Auditorium Parco della Musica.

“NOI INFERMIERI – la nostra impronta sul sistema salute” è lo slogan scelto per contrassegnare l’evento, supportato da una grafica tutta imperniata sui concetti di identità, innovazione, proattività e capacità di rimodellare i contesti e le risposte assistenziali.
Saranno gli Infermieri “che lasciano il segno”, la propria “impronta” appunto, dunque, a essere il motore pulsante della manifestazione.

Nelle intenzioni del Comitato centrale sarà un Congresso che guarda anche ai cittadini, alle altre professioni e al “sistema salute” nel suo complesso. Gli Infermieri attualmente gestiscono i contesti attraverso l’uso ottimale delle spesso scarse risorse disponibili, riuscendo a farsi garanti di risposte coerenti alle necessità della collettività e dimostrando di aver colto e fatto propria la sfida dell’appropriatezza organizzativa. Risulta quindi necessario approfondire, attivare alleanze, fare il punto della situazione con gli stakeholder istituzionali, politici e con i rappresentanti dei cittadini.

Il Congresso sarà caratterizzato anche da un ampio spazio dato a idee, progetti e realtà sviluppate a dimostrazione delle capacità degli Infermieri di ripensare e ripensarsi dentro l’organizzazione e processi per orientare l’agire e le competenze a favore dei bisogni dei cittadini e aggiornare il sistema salute.

 

Segue la presentazione della presidente Barbara Mangiacavalli:

“Il XVIII Congresso della Federazione Nazionale dei Collegi Ipasvi nasce all’insegna di novità che caratterizzano e hanno caratterizzato nei tre anni trascorsi dall’ultimo appuntamento congressuale la professione infermieristica.

Per questo abbiamo scelto che il Congresso sia contrassegnato proprio dall’impronta che gli infermieri danno all’assistenza, gestendola secondo l’uso ottimale delle risorse, sempre più spesso scarse e garantendo risposte coerenti alle necessità della collettività con la massima appropriatezza clinica e organizzativa.

Abbiamo scelto che questo sia il Congresso degli infermieri e quindi caratterizzato da un ampio spazio per idee, progetti e realtà sviluppate a dimostrazione delle capacità proattive e attuative di ripensare e ripensarsi dentro l’organizzazione e secondo processi per orientare l’agire e le competenze a favore dei bisogni dei cittadini e per aggiornare il sistema salute.

La Federazione delineerà la sua posizione per la prima volta attraverso le scelte che i presidenti dei Collegi determineranno insieme durante i lavori e che saranno la guida alla mozione finale, politica e professionale, dell’intero Congresso.

Un Congresso che metterà in mostra le capacità della professione attraverso le nostre best practice senza che nessuna possa passare sotto silenzio, ma facendo sì che tutte abbiano il loro spazio per essere osservate ed apprezzate.

Dobbiamo, insieme, pensare e disegnare il nostro futuro, per la riconoscibilità degli infermieri e per lo sviluppo della professionalità che essi manifestano ogni giorno.

Il XVIII Congresso non sarà il Congresso “con” gli infermieri, ma “degli” infermieri, perché le scelte e le ricadute della professione, dalla capacità assistenziale allo sviluppo dell’alleanza con i cittadini, le disegneranno gli infermieri, tutti insieme.

Data la complessità sempre maggiore del sistema-bisogni e dei sistemi professionali non possiamo permetterci di non ripensare il sistema delle relazioni rimodulando gli equilibri di potere e influenza e cogliendo le finestre di opportunità evitando infruttuose contrapposizioni.

Un orizzonte obbligato per la sanità, anche con la legittimazione, il rispetto e il riconoscimento reciproco di tutte le professionalità coinvolte: è questa la base del raggiungimento di obiettivi per le risposte ai bisogni di salute della persona che gli infermieri devono e sapranno dare.”

PER ISCRIVERSI, ECCO IL LINK AL SITO DELLA FEDERAZIONE.